Siamo ad Antananarivo, la capitale del Madagascar, da dove assistiamo gli italiani che vogliano venire in Madagascar per un tour di conoscenza o per diventare residenti.

Per i tour di conoscenza del Paese creiamo tour su misura a costi convenientissimi, a partire da 800 euro a persona, oltre i voli, come descritto nel sito www.tourmadagascar.info

Riguardo l'assistenza per divenire residenti forniamo tutti i servizi necessari da valutare caso per caso.

Info gratis anche tramite WhatsApp +39-3500342209 previo appuntamento 

Programmi prsonalizzati a richiesta.

Il costo del programma varia secondo i periodi e le visite da programmare.

Il pagamento avviene con 20% di caparra alla prenotazione e 80% a saldo in contanti all'arrivo all'aereoporto di Antananarivo-Ivato.

 

A richiesta è possibile ottenere assistenza per VISA TRANSFORMABLE in modo che, se desiderato, si può chiedere la residenza in Madagascar.

Per ottenere un VISA TRANSFORMABLE bisogna venire dapprima in Madagascar come turista e creare i presupposti richiesti dalla Legge con la ns assistenza, eccetto chi ha una pensione in Italia, caso in cui si può ottenere un VISA TRANSFORMABLE immediatamente presso l'Ambasciata del Madagascar a Roma previo esibizione di CERTIFICATO D'OSPITALITÀ rilasciato da noi in Madagascar (info a richiesta).

Ottenuta la residenza in Madagascar non esiste obbligo di soggiorno minimo per conservarla, come richiesto in altri Paesi.

 

 

 

Foresteria Antananarivo aereoporto

https://www.airbnb.fr/rooms/23295604

Uno dei ns minibus per i tour ma abbiamo anche auto per 1 o 2 persone oltre autista e guida

COME DIVENTARE RESIDENTE IN MADAGASCAR 

 

In Madagascar si può entrare e soggiornare con VISA TOURISME (rilasciato a vista all'arrivo in aereoporto ad Antananarivo, esibendo il passaporto valido ancora almeno 6 mesi per il massimo di 90 giorni, alla cui scadenza si deve obbligatoriamente lasciare il Paese, anche se si può sempre rientrare per nuovo periodo massimo di 90 giorni con nuovo visto turistico, magari andando a Reunion o Mauritius a poco più di un'ora di volo.
Il costo del visto turistico fino a 30 giorni è di 35 euro e aumenta per periodi più lunghi.
Durante il soggiorno turistico non si può svolgere alcuna attività e neppure aprire un conto in banca o fittare una casa legalmente.

Svolgere una attività senza il CIPENS (Carta Identità per Stranieri Non Salariati) comporta la prigione !

Il Madagascar è molto intransigente e non accetta i clandestini come fa l'Italia (abbiamo da apprendere anche su questo !) e diffidare da chi promette di chiudere gli occhi con una mancia perché si diventa vittime di ricatti continuati e si finisce comunque male !

Se si desidera fare una vacanza fino a 90 giorni, come detto, basta il VISA TOURISME altrimenti si deve chiedere un VISA RESIDENT e ciò avviene RIGOROSAMENTE in 2 tappe :

1. Si arriva con VISA TOURISME e si iniziano sibito le fasi per richiedere la redidenza, creando una ditta individuale o società unipersonale con la ns completa assistenza che inizia con la cerificazione di ospitalità (certificat d'hebergement) legalizzata insieme al mio certificato di residenza ed altri documenti (consiglio di prevedere il ritorno non prima di 10 giorni o più se si vuole fare anche un piccolo tour).

2. Con questi documenti, oltre altri da fare qui sul posto, incluso la creazione della propria ditta o società si ritorna in Italia e si chiede all'Ambasciata del Madagascar a Roma (non esistono altre sedi) il rilascio di un VISA TRANSFORMABLE, entro 2 giorni, al costo di 41 euro e previa esibizione di un certificato del casellario giudiziale e di un biglietto aereo di andata e ritorno.

Ottenuto a Roma il VISA TRANSFORMABLE si può ritornare in Madagascar e completare la procedura in meno di una settimana.

Le 2 tappe sono ben distinte e non possono essere accorpate, salvo per chi ha una pensione in Italia, nel cui caso può richiedere già in Italia un VISA TRANSFORMABLE (sempre esibendo un certificat d'hebergement ed altri documenti che fornirò.

Per la 1^ tappa (in cui si svolge gran parte dell'attività) bisogna sostenere costi per il soggiorno qui di una decina di giorni feriali per fare i documenti (dal minimo di 10 euro a notte in modesto hotel a salire).


Se si desidera conoscere un po' il Madagascar e non solo passare il tempo ad aspettare le trafile burocratiche offro la possibilità di fare un tour di conoscenza del Paese, anche su misura, a costi molto convenienti, intorno ai cento euro al giorno tutto incluso aggiungendo i pochi giorni necessari per le pratiche burocratiche. 

Il costo aumenterà ma si avrà anche la possibilità di decidere più ponderatamente.

In Madagascar non fa mai freddo e rinvio al web per i grafici delle temperature minime e massime per Tulear (sud) ed Antananarivo (capitale a nord) da confrontare con le temperature di Milano oltre a cartina del Madagascar.

Per la 2^ tappa si completano i dossier con la richiesta di residenza, normalmente in 7 giorni ma già con l'attestato di deposito di richiesta di residenza si può chiedere il CIPENS ed iniziare l'attività, avere un conto in banca e fittare legalmente una casa e/o un'ufficio.

Normalmente dopo circa un mese viene rilasciata la residenza per 2 anni rinnovabili pagando 400 euro allo Stato.

Durante questa fase si devono sostener costi di vitto, alloggio e spostamenti quotidiani finquando non si trova una casa in fitto (già a partire da 150 euro mensili, oltre 1 mese di cauzione) per il totale di altri 1.500 euro (o anche meno se desidera fittare una casa subito anche per deposito di merci da vendere).

Successivamente si può vivere decentemente anche con 500 euro al mese, come spiegato nel mio bestseller : Vivere in Madagascar con 500 euro al mese, in vendita su Amazon, Youcanprint, Feltrinelli e molti altri circuiti librari a 20 eu o acquistabile direttamente da me in pdf tramite PayPal a questa mail a 10 euro.

Una volta presentata domanda di residenza, come detto, si può fittare un locale per avviare l'attività, previa iscrizione agli uffici fiscali, sempre con la mia completa assistenza, senza corrispondermi altri onorari, salvo piccoli costi di spostamento in auto ed alcuni diritti per il CIPENS e connessi, avvalendosi del regime fiscale iniziale d'imposta sintetica pagando solo un forfait annuo da 320 a 360 mila ariary (ossia da 71 a 80 euro a al cambio attuale di 1 euro=4.500 ariary) ed assumere anche dipendenti (salario minimo legale 200.000 ariary (equivalenti a 44 euro) x 12 mesi dato che qui non esiste la 13^. 

Dopo l'iscrizione alla CNAPS (omologo del ns INPS ma a costi di pochi eurocent !) si può anche iscriversi all'AMIT (Association Medicale Interentreprises Tananarive funzionante dal 1963) come le vecchie Casse Mutue Italiane per l'assistenza sanitaria per se', propri familiari  ed i propri dipendenti.

I contributi al CNAPS sono minimi: solo 880 ariary mensili per ciascun dipendente non professionale (guardiano, cuoco, cameriere, ecc..) e 8% annuo per gli altri dipendenti specializzati e/o professionali. 

Per l'AMIT si paga una quota fissa mensile di circa 12.000 ariary (= 2,7 euro !) a dipendente, oltre al datore di lavoro, avendo diritto a visite specialistiche e medicinali di base per il dipendente e le persone a carico, oltre al datore di lavoro e familiari. 

Per ogni ulteriore info contattatemi gratis su WhatsApp  +39-3500342209 previo avviso il giorno prima