Attenzione a trasportare somme in contanti oltre 9.999 euro (legge antiriclaggio) ma ancora più  attenzione ai nuovi limiti di pagamento in contanti oltre 2.000 euro

(nuovo limite in vigore dal 1/1/2020).

Pesanti sanzioni in caso di non rispetto.

Questi limiti non si applicano ai titolari di società  con sede estera per cui chi ha creato una Società  in Madagascar che, ad esempio, ha per oggetto import/export ed ha aperto un conto in valuta può viaggiare anche con somme in contanti oltre 10.000 euro in quanto può  dichiarare che tali somme sono necessarie per acquistare merci all'estero.

ULTERIORI INFORMAZIONI A RICHIESTA.

Perché conviene vivere e investire in Madagascar.
La svalutazione della moneta del Madagascar agevola molto chi porta qui euro.
Il tasso di cambio al 2/1/2020 era di 4.122 ariary per un'euro ; al 31/10/2030 è 4.545 ariary con svalutazione 10,2% in 10 mesi pari al 12,2 % annuo e cresce ancora .... (16/11 = 4.623 ariary per un'euro).
Il salario minimo legale (ad esempio per un guardiano, inserviente cucina o operaio comune e simili) resta fermo a 200.000 ariary mensili ma il suo controvalore passa da 48,5 euro a 44 euro per 8 ore lavorative giornaliere e 25 giorni.
I contributi previdenziali ed assicurativi restano da 800 ariary al mese per il personale domestico a poche migliaia di euro per i lavoratori dell'industria e commercio senza tredicesima che qui non esiste.
Il costo giornaliero incluso contribuzione sociale va da 8.032 ariary (1,7 euro) al massimo di 8.600 per l'industria pesante (1.8 euro) con costo orario da 1.004 a 1.075 ariary (da 21 a 23 eurocent per ora).
In Italia il costo orario minimo per un'operaio di livello 1 e' circa 25 euro orarie (in Svizzera circa 60 franchi ossia 56 euro) quindi da 110 a 220 volte maggiore.
Considerato che il regime fiscale parte qui da una tassazione forfettaria di 320.000 ariary annui (70 euro annui) e confrontando con l'Italia ove non esiste tassazione forfettaria ma carico fiscale medio del 64,8% sul fatturato (il più alto del mondo ! secondo analisi Ambrosetti 10/02/2020 pubblicato su Milano Finanza) si deduce la grandissima convenienza a creare o terzializzare qualsiasi attività in Madagascar, specie le attività che ruotano intorno al turismo, in particolare la ristorazione.
Se si aggiungono i vantaggi climatici la convenienza e la qualità della vita crescono ulteriormente !

Chi vuole vivere in riva al mare dove non arriva l'energia elettrica può istallare un piccolo impianto fotovoltaico da 300 watt a circa 495.000 ariary equivalenti a 123 euro come da pubblicità allegata.